Concorso Comune di Acerra

CONCORSO (scad. 24 febbraio 2018) Riapertura dei termini della selezione pubblica per il conferimento dell’incarico di dirigente amministrativo a tempo pieno e determinato. (GU n.8 del 26-01-2018)

Il dirigente del Settore gestione risorse umane del Comune di
Acerra (NA) rende noto che e’ reindetta una selezione pubblica per
l’assunzione a tempo pieno e determinato di un dirigente ai sensi
art. 110, primo comma, decreto legislativo n. 267/2000 per un posto
di dirigente amministrativo precedentemente pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 78 del 13 ottobre 2017.
La durata e’ prevista dalla data di sottoscrizione del contratto
alla scadenza del mandato del sindaco, e sara’ soggetto ad un periodo
di prova di mesi sei.
Requisiti per l’ammissione alla selezione.
Per l’ammissione alla selezione e’ richiesto il possesso dei
seguenti requisiti generali, che devono essere posseduti alla data di
scadenza del termine per la presentazione della domanda di
partecipazione e devono essere dichiarati ai sensi degli articoli 46
e 47 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000:
a) cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione
europea, questi ultimi, ai sensi del decreto del Presidente del
Consiglio dei ministri n. 174/1994 potranno partecipare purche’:
godano dei diritti civili e politici anche negli Stati di
appartenenza o di provenienza;
siano in possesso, fatta eccezione per la titolarita’ della
cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i
cittadini della Repubblica italiana;
abbiano adeguata conoscenza della lingua italiana,
nell’applicazione scritta, parlata e letta;
b) eta’ non superiore all’eta’ di collocamento a riposo
d’ufficio dei dipendenti pubblici;
c) godimento dei diritti politici e civili;
d) idoneita’ psico/fisica all’impiego.
L’amministrazione sottoporra’ a visita medica di controllo il
soggetto individuato a seguito della presente procedura di selezione,
in base alla vigente normativa;
e) non essere escluso dall’elettorato politico attivo;
f) non essere stato destituito, dispensato o licenziato
dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente
insufficiente rendimento ovvero non essere stato dichiarato decaduto
da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione
di documenti falsi o viziati da invalidita’ non sanabile;
g) non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 35-bis del
decreto legislativo n. 165/2001;
h) insussistenza delle cause di inconferibilita’ e/o
incompatibilita’ ai sensi delle disposizioni di cui al decreto
legislativo n. 39/2013;
i) non aver riportato condanne penali, provvedimenti di
interdizione o misure restrittive che escludano l’assunzione nel
pubblico impiego;
l) non aver subito sanzioni disciplinari negli ultimi due anni
e/o non avere in corso procedimenti disciplinari;
m) di non aver rivestito negli ultimi due anni cariche in
partiti politici o in organizzazioni sindacali e non avere avuto
negli ultimi due anni rapporti di collaborazione o di consulenza con
le predette organizzazioni ai sensi dell’art. 53, comma 1-bis dei
decreto legislativo n. 165/2001.
Titolo di studio ed esperienze professionali.
Ai fini dell’ammissione e’ necessario possedere i seguenti
requisiti:
diploma di laurea quinquennale, (vecchio ordinamento) in
giurisprudenza (LM) o specialistica (LS) o equipollenti nelle classi
corrispondenti ai diplomi di laurea sopra indicati;
aver svolto attivita’ in organismi ed enti pubblici o privati
ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per
almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali o che abbiano
conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale
e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e post
universitaria, da pubblicazioni scientifiche e da concrete esperienze
di lavoro maturate per almeno un quinquennio anche presso
amministrazioni statali, ivi comprese quelle che conferiscono gli
incarichi, in posizioni funzionali previste per l’accesso alla
dirigenza, o che provengano dai settori della ricerca, della docenza
universitaria, delle magistrature e dei ruoli degli avvocati e
procuratori dello Stato.
Presentazione della domanda.
Gli interessati al procedimento di selezione dovranno far
pervenire tassativamente la propria candidatura entro trenta giorni
dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, indirizzata al
dirigente del servizio personale del Comune di Acerra (NA).
La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta
semplice contenente tutti gli elementi di cui ai requisiti richiesti,
dovra’ essere inviata:
per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento;
a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo
protocollo@pec.comuneacerra.it specificando che le domande dovranno
pervenire esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica
certificata, e in tal caso considerate equivalenti a quelle
sottoscritte con firma autografa;
consegnata a mano all’ufficio protocollo generale del comune.
La data, l’ora e la sede del colloquio sara’ resa nota ai
candidati mediante pubblicazione sul sito del Comune di Acerra
www.comune.acerra.na.it – almeno dieci giorni prima lo svolgimento
della prova stessa.
Disposizioni finali.
L’amministrazione si riserva la facolta’, a suo insindacabile
giudizio, di sospendere, prorogare o revocare il presente avviso.
Il presente avviso costituisce lex specialis della procedura
selettiva, pertanto, la partecipazione alla stessa comporta
implicitamente l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le
disposizioni ivi contenute.
Tutte le comunicazioni e i dati riguardanti la selezione di che
trattasi, saranno pubblicati sul sito istituzionale dell’ente e
avranno valore di notifica a tutti gli effetti di legge e non si
procedera’ a diversa e ulteriore comunicazione.
Copia integrale del bando con il relativo avviso integrale e’
disponibile, sul sito internet istituzionale nella sezione
Amministrazione Trasparente del Comune di Acerra (NA).
Altre informazioni possono essere richieste a questo ufficio:
tel. 081/5219213.

Shares